Japan Matsuri 2016

Arti Marziali

Arti Marziali

Shotokan Karate

Ticino Shotokan Karate eseguirà un’esibizione e commenterà il Karate secondo la pratica e la filosofia di arte marziale trasmessa dal Maestro Tsutomu Ohshima.
Il Maestro Tsutomu Ohshima è accreditato come il primo esperto ad insegnare il karate in America; vi è arrivato nel 1955 e vi ha fondato, nel 1956, la prima associazione di karate, che diventerà la “Shotokan Karate of America”; nel 1957, il primo Club Universitario di Karate nella prestigiosa California Institute of Technology e lo stesso anno ha anche dato il via alla prima dimostrazione pubblica di karate in America, la Nissei Week Festival di Los Angeles , manifestazione che si organizza tutti gli anni ancora oggi.

Probabilmente il nome Shotokan è oggi il nome più popolare nel mondo del karatè. L’origine del nome Shotokan deriva da “Shoto” che significa “il vento che attraversa i pini” e fu il nome d’arte del Maestro Gichin Funakoshi quando firmava i suoi poemi, mentre “Kan” significa casa o posto di allenamento.

Ticino Shotokan é presente in Ticino con 2 dojo, (Gordola-Tenero-Locarno e Brissago) con oltre cinquanta membri attivi, e fa parte dal 1993 di Svizzera Shotokan Karaté.

Sito web: www.ticinoshotokan.com/

Aikido

Il gruppo d’Aikido del Judo Budo Club di Lugano farà una dimostrazione di aikido.

L’Aikido nasce in Giappone e viene codificato dal suo fondatore, il maestro Ueshiba, solo negli anni ’50 del secolo scorso: deriva dall’antico AIKI-JITSU, il cui scopo primario era quello di dare delle risposte pratiche ai problemi del combattimento. L’AIKI-DO è un arte marziale che, grazie al DO, si differenzia dal JITSU rispetto all’applicazione e alla moralità di chi lo pratica: l’AIKI-DO usa l’AIKI per un fine evolutivo, di ricerca, mentre il JITSU è il combattimento, l’utilizzo della stessa conoscenza per fini pratici. L’Aikido, come tutte le arti marziali, dovrebbe porre l’accento sulla prima parola: arte nel senso di modalità espressiva dell’essere umano, che ne è il nucleo fondamentale. Anche se in realtà l’Aikido non si utilizza solo come arte marziale, bensì come più ampia arte di vita: viene studiato da anni come strategia economica, relazionale e comportamentale.

La parola AIKIDO è formata da tre ideogrammi: “AI” significa unione, relazione, rapporto con sé stessi e con gli altri “KI” significa energia (universale e personale), spiritualità, vitalità mentre “DO” è la trasposizione giapponese dal cinese Tao ed in italiano può essere tradotto con la via, o anche metodo, ricerca che l’uomo percorre nella sua vita, in altri termini la sua evoluzione spirituale personale, col fine ultimo di arrivare a comprendere il proprio io. Potremmo quindi tradurre aikido come “la ricerca dell’evoluzione nella relazione del sé con gli altri attraverso una vitalità.” Essere vivi nella relazione con sé stessi e con gli altri.

Sito Web: www.jbclugano.ch