Japan Matsuri 2017

Arti Marziali

Arti Marziali

Shotokan Karate

Ticino Shotokan Karate eseguirà un’esibizione di Karate e commenterà quest’arte marziale secondo la pratica e la filosofia trasmessa dal Maestro Tsutomu Ohshima, il quale è stato accreditato come primo esperto ad insegnare il Karate in America.
Infatti, dopo il suo arrivo nel 1955, nel 1956 ha fondato la prima associazione di Karate, divenuta poi “Shotokan Karate of America”, e nel 1957, il primo Club Universitario di Karate nella prestigiosa California Institute of Technology. Lo stesso anno ha inoltre dato il via alla prima dimostrazione pubblica di Karate in America, la Nissei Week Festival di Los Angeles , che ancora oggi viene organizzata annualmente.

Probabilmente, il termine Shotokan è oggi quello più popolare legato al mondo di quest’arte ed è infatti uno degli stili di Karate esistenti più conosciuto; l’origine di questo nome deriva da “Shoto” che significa “il vento che attraversa i pini”, nome d’arte del maestro Gichin Funakoshi considerato il fondatore di questo particolare stile, mentre “Kan” significa “casa” o “posto di allenamento”.

Ticino Shotokan é presente in Ticino con 2 dojo, (Gordola-Tenero-Locarno e Brissago) con oltre cinquanta membri attivi, e fa parte dal 1993 di Svizzera Shotokan Karaté.

Sito web: www.ticinoshotokan.com/

Aikido

Il gruppo Judo Budo Club di Lugano eseguirà quest’anno una dimostrazione di Aikido, un’arte marziale giapponese che venne fondata dal maestro Ueshiba negli anni ‘20.

La parola AIKIDO è formata da tre ideogrammi: “AI” significa unione, relazione, rapporto con sé stessi e con gli altri, “KI” significa energia (universale e personale), spiritualità, vitalità, mentre “DO” è la trasposizione giapponese dal cinese Tao ed in italiano può essere tradotto con la via, il metodo, o anche la ricerca che l’uomo percorre nell’arco della sua vita. In altri termini, la sua evoluzione spirituale e personale, col fine ultimo di arrivare a comprendere il proprio “Io”.

Quest’arte deriva dall’antico AIKI-JITSU, il cui scopo primario era quello di dare delle risposte pratiche ai problemi di combattimento. L’AIKI-DO è infatti un’arte marziale che, grazie al DO, si differenzia dal JITSU rispetto all’applicazione e alla moralità di chi lo pratica. l’AIKI-DO predilige quindi l’uso dell’AIKI per un fine evolutivo, di ricerca, mentre il JITSU, che rappresenta il combattimento e l’utilizzo della stessa conoscenza per fini pratici, viene meno.

L’Aikido, come tutte le arti marziali, dovrebbe porre l’accento sulla prima parola: arte, nel senso di modalità espressiva dell’essere umano, che ne è il nucleo fondamentale. Anche se in realtà l’Aikido non viene utilizzata solo come arte marziale, bensì come un’arte di vita più ampia, viene studiata da anni come strategia economica, relazionale e comportamentale.

Sito Web: www.jbclugano.ch

Kenjutsu

La scuola Wa Rei Ryu proporrà un’interessante dimostrazione di scherma Giapponese, l’arte del tirare di spada che è parte integrante della storia di questo paese e che rientra certamente nelle arti più antiche, raffinate e durevoli mai documentate. Con la sua pratica è possibile migliorare la propria condizione fisica, l’equilibrio e la concentrazione. La scherma giapponese non è però da considerare una disciplina sportiva agonistica o un’arte marziale di autodifesa, ma una forma d’arte a sé, diversa da ogni altra.

Sito Web: www.wareiryuswitzerland.com